Abbronzante Naturale: il Mallo di Noce

Scopriamo il Mallo di Noce

E' arrivata la stagione (speriamo...) per parlare di tintarella e di come ottenerla in modo soddisfacente e sicuro. Ma sappiamo tutti cos'è l'abbronzatura?

Il cambio di colorazione della pelle, la tanto desiderata abbronzatura, è dovuta principalmente ad un pigmento cutaneo chiamato melanina, un filtro naturale che è in grado di assorbire e riflettere buona parte delle radiazioni solari.

L'esposizione ai raggi solari, o comunque alle radiazioni UV, stimola i melanociti a produrre quantità maggiori di melanina, che poi porteranno all'imbrunimento della pelle e quindi all'abbronzatura. 

Ci sono però anche altre sostanze che stimolano la produzione di melanina e sono chiamate  attivatori di abbronzatura. 

Tra questi un posto d'onore lo ricopre il il Mallo di Noce che è un vero e proprio abbronzante naturale: protegge la pelle dai raggi UVB e accelera la produzione di melanina.

Il mallo di noce è la parte carnosa che avvolge esternamente il guscio della noce, in altre parole può essere considerato come la polpa del frutto dell'albero di noci.

Quando il frutto è maturo, il mallo è di colore verde, con l'avanzare del tempo si scurisce sempre più per azione dei tannini in esso contenuti, arrivando ad assumere la tipica colorazione marrone scuro.

Con questa polpa si ottiene un oleolito che in cosmesi viene utilizzato nella preparazione di  creme abbronzanti, come filtro contro i raggi solari, e come idratante della pelle.  

L’azione pigmentante per la pelle deriva dalla sua capacità di reagire con la cheratina presente nel nostro corpo dando così origine a una abbronzatura più dorata. Inoltre favorisce il rinnovamento cellulare e ha proprietà antisettiche


OLEOLITO di MALLO di NOCE: PROPRIETA'

Proprietà PROTETTIVE e PIGMENTANTI: in presenza dei raggi solari il naftochinone (contenuto nel mallo di noce) reagisce con la cheratina, presente nel nostro corpo, e insieme agiscono come filtro proteggendo la pelle dai danni dei raggi UVB (come ad esempio le classiche scottature), ma allo stesso tempo favorendo la melanogenesi, cioè la produzione e l’accumulo di melanina. Tuttavia, è bene precisare che nonostante la sua azione protettiva e parzialmente schermante, l'uso dell'olio di mallo non può in alcun modo sostituirsi all'impiego di adeguati filtri solari.

Proprietà CHERATINIZZANTI, favorisce quindi il rinnovo delle cellule cutanee. Ricco in sostanze idratanti previene la desquamazione, la secchezza e l’invecchiamento precoce della cute

Proprietà ANTISETTICHE e ANTIFUNGINE

COME USARLO?

L'oleolito al Mallo di Noce può essere utilizzato puro sulla pelle, da solo o abbinato ad altri oli come abbronzante naturale o per effettuare massaggi. Si consiglia l'applicazione dopo la doccia, quando la pelle è ancora umida, in modo che l'olio venga assorbito più rapidamente e in profondità.

È comunque importante preparare gradualmente la pelle all’esposizione del sole, cominciando ad utilizzare l'oleolito al mallo di noce a partire dalla primavera o inizio estate, meglio se almeno una settimana prima dall’esposizione al primo sole.

L'oleolito al mallo di noce è ottimo se inserito nella formulazione di una crema abbronzante, come in questa ricetta molto facile e veloce da eseguire.

Avvertenze: chi soffre di allergia alle noci o ad altri tipi di frutta secca non dovrebbe in alcun modo impiegare il mallo di noce, al fine di evitare l'insorgenza di pericolose reazioni allergiche.

 

Se questo post ti è piaciuto lascia un commento
o condividilo, ci farebbe molto piacere. Grazie ;-)


Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima della pubblicazione