Acqua di Giovinezza: l’insospettabile ROSMARINO

Ecco come la regina di Ungheria all'età di 72 anni ha ritrovato la bellezza e nuovi pretendenti

regina ungheria

 

Narra la leggenda che nel 1370 la regina Isabella di Ungheria, all'età di 72 anni, soffrisse terribilmente di gotta e di reumatismi. Un giorno confidò i suoi malanni ad un frate, gran conoscitore delle erbe, il quale donò alla regina un'ampolla contenente acqua distillata di rosmarino (e forse lavanda). Promise che questo rimedio le avrebbe restituito salute e bellezza. Sebbene incredula, la regina iniziò a cospargersi con quell'acqua tutti i giorni e, in breve tempo, la sua salute migliorò e così anche il suo aspetto. Anzi, ringiovanì a tal punto che Isabella tornò ad essere così bella ed avvenente da attrarre a sé nuovi corteggiatori e pretendenti. Il Re di Polonia, rimasto"folgorato" dal suo fascino ritrovato, la volle chiedere in sposa.

La leggenda si diffuse rapidamente tra le dame, che da quel giorno non si fecero più mancare quell'elisir di giovinezza che donava morbidezza alla pelle, un colorito roseo al viso e ritardava la comparsa delle odiate rughe.

Cosa c'è di vero in questa storia?

Chissà se questa Isabella di Ungheria sia mai esistita, alla fine poco importa , sicuramente è vero che per secoli l’Acqua di Rosmarino venne usata per curare gotta, dolori reumatici, problemi della pelle come acne, eczemi e non solo.

Nel seicento conobbe un successo senza precedenti: molte grandi dame ne portavano sempre con sé un flacone che era loro d'aiuto anche contro la tristezza ed ogni disturbo di carattere nervoso.

Cosa contiene l'acqua di rosmarino (o idrolato)?

rosmarinoOggi è universalmente riconosciuto che l'acqua di rosmarino è un ottimo rimedio naturale con effetti straordinari su pelle e capelli: è una pianta ricchissima di oli essenziali (pinene, conforene, limonene) flavonoidiacidi fenolicitannini, resine, canfora e contiene anche l'acido rosmarinico dalla proprietà antiossidante: molti studi hanno dimostrato la capacità di inibire un particolare radicale libero molto tossico e reattivo, responsabile dell’ossidazione cellulare.

L'idrolato di rosmarino si produce tradizionalmente mediante distillazione in corrente di vapore: la pianta fresca viene messa in un apposito recipiente attraversato da una corrente di vapore acqueo. Il vapore ha la capacità di estrarre e portare via con sè i principi attivi della pianta, producendo olio essenziale e acqua aromatica (idrolato). L'acqua che si ricava contiene tutta la parte idrosolubile (che si scioglie in acqua) dei principi attivi della pianta e anche una piccola parte di olio essenziale.

 

Il Rosmarino è ricco di virtù terapeutiche, indicato nel trattamento di affezioni reumatiche e muscolari , nei problemi digestivi e di inappetenza, è un tonico del sistema nervoso ed agisce anche sul sistema urinario, ma soprattutto è un valido aiuto per migliorare l'aspetto della nostra pelle. Vediamone nel dettaglio i benefici:

Per VISO e CORPO

 

rosmarinoL'idrolato di Rosmarino ha un azione rinfrescante e tonificante, è il trattamento adatto ad ogni tipo di pelle in virtù delle sue proprietà fortemente antiossidanti (ricordiamo l'acido rosmarinico), astringenti, antisettiche e purificanti, chiude delicatamente i pori dilatati e idrata la pelle.

Il suo potere astringente ed antisettico dona alle pelli che presentano impurità, acne e brufoli, con tendenza a diventare lucide, un aspetto più pulito e asciutto, soprattutto su quelle zone del viso maggiormente soggette ad untuosità come quella del mento, del naso e della fronte (zona T).

Utilizzando l’idrolato di rosmarino riuscirai ad avere una pelle pulita e luminosa, senza effetto lucido ed eccessiva untuosità.

Ti consigliamo l’abbinamento con l'idrolato di lavanda per ridurre anche rossori e irritazioni.

 

Un'altra proprietà di quest'acqua aromatica è quella di conferire al viso un bel colorito roseo, proprio come dicevano le dame nel medioevo, grazie alla sua azione sulla circolazione periferica del sangue.

MODO D'USO

Puoi utilizzare l’acqua di rosmarino come tonico per il viso, subito dopo aver deterso la pelle con un detergente delicato e naturale.

Può essere utilizzato puro, spruzzato sul viso oppure applicato con un batuffolo di cotone o una spugnetta; sulla pelle ancora umida ti consigliamo di applicare un olio oppure una crema per nutrire ed idratare in maniera ottimale.

E' utile abbinare all’acqua di rosmarino dell’acqua di lavanda o di achillea per un’azione ancora più efficace.

L’idrolato di rosmarino si combina efficacemente con altre acque di piante officinali, come la lavanda, la menta, l'alloro ed è un ottimo ingrediente naturale per creare delle ricette fai da te purificanti per il viso e il corpo.

Può essere usato con soddisfazione nei prodotti deodoranti per il corpo.

Per CAPELLI e CUTE

L’idrolato di Rosmarino è particolarmente adatto anche nella cura dei capelli poiché, aumentando il flusso di sangue alla testa, stimola le radici dei capelli e dei bulbi. Questo ne favorisce la crescita, ritarda la comparsa dei capelli bianchi e ne riduce la caduta eccessiva.

E' un ottimo antiforfora: l'azione antisettica e seboregolatrice lo rendono un ingrediente molto adatto per prevenire e curare la forfora e l'eccesso di sebo sulla cute, riducendo l'untuosità del capello.

Il suo potere rinfrescante da sollievo e aiuta a ridurre il prurito e l'irritazione cutanea. Consigliato l'abbinamento con limone e tea tree.

Rinforza i capelli: i sali minerali che contiene svolgono un'azione rinforzante sul capello, meglio se abbinati ad altri ingredienti rimineralizzanti come l'equiseto e l'ortica.

MODO D'USO

L'acqua di rosmarino è ottima per ottenere capelli morbidi e lucenti. Potete spruzzarla sulle lunghezze, subito dopo lo shampoo, poiché grazie al suo PH acido chiude le squame dei capelli e li rende lucenti.

Oppure potete frizionarla direttamente sul cuoio capelluto, con movimenti circolari e senza risciacquare, per contrastare l’eccesso di sebo e la forfora.

Inoltre può essere incorporato in fase acquosa nella preparazione lozioni e shampoo rinforzanti, antiforfora, purificanti e protettivi per capelli.

Il potere sottile del Rosmarino

Molto tempo fa, il rosmarino era conosciuto come "l'erba del ricordo". Anche nell'antico linguaggio dei fiori, la florigrafia, diffusissima nell'800 e tornata in voga per merito di un recente romanzo di successo, significa “ricordo”.

Il rosmarino rinforza la memoria

Secondo uno studio, l'odore del rosmarino stimola il cervello e migliora le prestazioni mentali, inoltre aiuta a migliorare la memoria a lungo termine. Sembra che tali effetti siano dovuti ad un aumento del flusso di sangue al cervello, e quindi di ossigenazione, che favorisce la chiarezza e la prontezza mentale.

Gli antichi Greci e Romani lo sapevano e per questo indossavano rametti di rosmarino sulla testa quando studiavano. Ancora oggi, il rosmarino è bruciato nelle case greche o sono utilizzati bastoncini d’incenso al rosmarino quando gli studenti si stanno preparando per gli esami.

 

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento o condividi, ci farebbe molto piacere. Grazie ;-)


Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima della pubblicazione